Crea sito

Bye Bye Christmas Book Tag

Purtroppo le vacanze natalizie sono giunte al termine. Si riprende la solita routine e si dice addio alla magia che accompagna sempre questa festa. Mangiando qualche dolce e bevendo un po’ di tè, rispondo alle domande di questo Bye Bye Christmas Book Tag come saluto alla mia festa preferita dell’anno.

1. Devi smontare l’albero e lo fai a malincuore: un libro che hai finito, ma di cui vorresti leggere all’infinito.

Non so voi ma provo questa sensazione con ogni libro che riesce a farmi appassionare. Se mi affeziono a dei personaggi, vorrei sapere tutto della loro storia, anche ciò che non viene raccontato fra le pagine del romanzo.

Se invece dovessi scegliere un libro in particolare, come appunto chiede la domanda, finirei per scrivere sempre i soliti titoli ed i soliti autori. Chi mi conosce ormai avrà capito a chi mi sto riferendo. Per questa volta diciamo Il Signore degli Anelli di Tolkien! Sì! Sono consapevole che già di suo questo è un vero mattoncino ma ogni volta che lo rileggo mi risulta più leggero di tanti altri. Vorrei tanto sapere di più dei personaggi dopo gli avvenimenti del libro. Sì, ci vengono dette velocemente, sappiamo cosa accade loro ma mi piacerebbe leggere qualcosa di più approfondito, magari anche solo un racconto su un episodio della vita di ognuno.

 

2. Hai scartato tutti i pacchetti, ma il regalo giusto non è arrivato: il libro che ti aspettavi di trovare sotto l’albero.

Non mi aspettavo per forza un libro. Purtroppo nella mia famiglia e cerchia di amici, gli unici che mi regalano libri sono mio fratello e la mia migliore amica. Raramente capita che i miei me ne prendano uno ma solo quando sono veramente a corto d’idee. Però quest’anno avevo fatto una bella lista corposa di titoli, due dei quali ripetuti fino allo sfinimento, sperando se ne ricordassero, ed invece è arrivato altro.

Non importa, ho comunque ricevuto dei regali apprezzatissimi!

I libri in questione comunque erano Magic di Victoria Schwab e La Battaglia delle Tre Corone di Kendare Blake.

 

3. La frenesia delle feste ti ruba gran parte del tempo: un libro natalizio che non hai avuto tempo di leggere o di comprare.

Purtroppo quest’anno è stato particolarmente frenetico. Proprio per questo motivo è saltata la rilettura di Piccole Donne di Louisa May Alcott e non ho nemmeno potuto recuperare alcuni titoli natalizi che avevo messo in lista per quest’anno.

L’anno prossimo dovrò iniziare a metà novembre e non aspettare di essere proprio sotto le feste per leggere questo tipo di titoli.

 

4. Riponiamo i pastori nella carta velina e smontiamo il presepe: un libro che rileggi ogni anno.

Come già accennato poco fa, una delle riletture del periodo natalizio è sicuramente Piccole donne di Louisa May Alcott.

Oltre a questo romanzo, rileggo ad anni alterni Lettere di Babbo Natale di Tolkien ed Il Grinch del Dr. Seuss.

Canto di Natale di Charles Dickens invece è la lettura fissa di ogni vigilia di Natale.

 

 

 

 

 

 

 

5. Esci fuori di casa e trovi un pacchetto a sorpresa: un libro ricevuto senza che te lo aspettassi.

Purtroppo quest’anno non ho ricevuto alcun libro e non mi sono arrivati libri inaspettati. Sono piuttosto triste per questo…

 

6. Hai lo stomaco pieno per i troppi cenoni: il libro che più ti ha dato alla nausea.

Per fortuna riesco a tenermi sempre alla larga da libri che potrebbero farmi questo effetto. Certo, a volte le delusioni arrivano ma non sono mai così gravi da provare nausea durante e dopo la lettura.

Ci sono diversi titoli, anche piuttosto famosi e popolari, da cui mi tengo ben alla larga per non rischiare e fra questi ci sono i vari After, Love, Paper Princess… I miei “consiglieri” più fidati in fatto di libri trash sono sicuramente Ilenia Zodiaco e Matteo Fumagalli. Alcuni poi li leggo comunque per curiosità ma almeno sono già preparata a ciò a cui sto andando incontro!

 

7. La neve caduta si scioglie a terra: un libro o una serie che ti piaceva, ma che è calata nel corso della narrazione.

Purtroppo mi tocca dire Outlander; La Straniera. È ancora una delle mie serie letterarie preferite ma più si va avanti e più si vede che la Gabaldon sta annacquando tutto per allungare il brodo. I primi romanzi della serie erano intensi, pieni di colpi di scena inaspettati, con dialoghi e personaggi davvero interessanti.

Da circa metà serie invece si va a perdere tutte le caratteristiche che rendevano i primi volumi così belli. Sarà anche l’entrata in scena di Brianna, personaggio che non penso riuscirò mai a non odiare, sempre più protagonista ma gli ultimi sto davvero faticando a leggerli.

 

8. Sei pronto per la palestra e non vedi l’ora di perdere qualche chilo: il prossimo libro che hai progettato di leggere.

Ho iniziato Percy Jackson subito dopo Natale. So che avevo detto che avrei provato a leggerlo in autunno ma alla fine non ce l’ho fatta. Ora però il primo romanzo mi sta prendendo molto e non vedo l’ora di andare avanti! Quindi credo che il prossimo sarà il secondo della serie e così via fino a recuperare tutta le serie di Rick Riordan. Sperando che non mi deluda andando avanti con la lettura…

 

9. Compri il nuovo calendario e sei sorpreso: è già arrivato Gennaio e con esso la fine delle vacanze. Un libro che hai letto velocemente.

Questo è stato l’anno dei Il Grinch ma quest’anno ho voluto sfidarmi e, invece di leggerlo in Italiano come al solito, l’ho letto in lingua. Nonostante sia un libro davvero corto e con pochissimo da leggere, credevo ci avrei messo comunque il doppio del tempo che ci metto di solito. Invece sono riuscita a stare nei soliti tempi! Sono soddisfatta di me!

Altro libro che ho letto davvero in un soffio è stato 13 di Jay Asher. Questo è stato forse il romanzo che ho letto più velocemente quest’anno. In pochissime ore ho divorato la storia di Hannah Baker, Clay Jensen e tutti gli altri personaggi di questo romanzo che mi ha appassionato immensamente.

Nonostante lo abbia amato, continuo a considerare la serie migliore della sua controparte cartacea e sono curiosa, ed al tempo stesso intimorita, di vedere la seconda stagione.

 

10. È il momento di tornare alla vita di sempre, e qualche lacrima è scesa: un libro che ti ha commosso.

Quest’anno giusto 13 di Jay Asher, un po’ anche Oliver, il gatto che salvò il Natale di Sheila Norton e Spada di Vetro di Victoria Aveyard in un punto in particolare che non dirò per non fare spoiler! Altri libri non me ne vengono in mente. Purtroppo è stato un anno davvero fiacco e con pochi titoli davvero apprezzati.

 

Eccoci quindi alla fine del tag e delle festività! Voi come avreste risposto a queste domande? Fatemelo sapere qui sotto con un commentino!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.