Crea sito

SPOTLIGHT – Gabriel. Zaragoza – Barcellona; Roberta Capon

Ben ritrovati, Collezionisti!
Oggi, per il terzo appuntamento con la rubrica Spotlight, vi porto il nuovo libro di una giovane autrice italiana che conosco molto bene.

 

SPOTLIGHT – Gabriel. Zaragoza - Barcellona; Roberta Capon

TITOLO: Gabriel. Zaragoza – Barcellona

AUTORE: Roberta Capon

GENERE: Narrativa

EDITORE: Caosfera Edizioni

PUBBLICAZIONE: 15 Febbraio 2018

PREZZO: € 17,00

LINK ACQUISTO

 

 

 

 

 

SPOTLIGHT – Gabriel. Zaragoza - Barcellona; Roberta Capon

Sinossi:

Gabriel, 19 anni, sta per diplomarsi alla scuola di meccanica dopo tanto tempo di studio e lavoro insieme, ma non è un ragazzo come gli altri. La sua vita è stata profondamente segnata e la sua stessa nascita è il frutto di una storia dai terribili risvolti. Gabriel è da sempre spettatore di una violenza inaudita, fisica e psicologica: assiste impotente al deperimento della propria madre che, giorno dopo giorno, perde la sua dignità, ma che nonostante tutto, continua ad amare un uomo perennemente ubriaco, che non smette di picchiarla.

Una mattina d’estate, stanco di vederla soffrire, il ragazzo prende un’importante decisione: scappare con sua madre da Zaragoza per raggiungere Barcelona, in moto. Sentimentale, violento, ironico… In questo libro si affronta qualsiasi emozione con la fermezza dell’età adulta e i timori della giovinezza, nella riscoperta di un tema che tratta del più contemporaneo degli argomenti: la violenza sulle donne.

 

SPOTLIGHT – Gabriel. Zaragoza - Barcellona; Roberta Capon

L’autrice:

Roberta Capon inguaribile sognatrice, ottimista e idealista, convive con il compagno Andrea e tre gatti: Isabel, Aramìs e Antares. La sua vita è un viaggio in barca a vela: trasportata dal vento della curiosità, attraversa l’infanzia scrivendo e disegnando storie fantastiche per dare libero sfogo alla propria fantasia. Approda all’età adulta forgiata dalla durezza della scuola, seguendo la scia degli studi accademici, prima in Educazione e successivamente in Antropologia, che affronta proprio come un viaggiatore, giungendo al termine del percorso con un soddisfacente bagaglio, dopo essersi lasciata guidare dal vento, dal gusto della scoperta. Recentemente si è occupata di disegnare le illustrazioni di un amico di famiglia e autore di libri per bambini. Il suo motto resta sempre il medesimo: “Punta sempre all’infinito, mal che vada, cadrai tra le stelle!”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.