Crea sito

My World Award 2018

Buongiorno, Collezionisti!
Sono stata nominata da Ilaria del blog Buona Lettura per questo My World Award del 2018. Scopriamo insieme di cosa si tratta!
My World Award 2018
Il conferimento “My World Award 2018” è nato per conseguire l’intento di farvi conoscere i blogger che amate e seguite.
Questa iniziativa è un ottimo espediente per farvi scoprire chi si cela dietro ai canali.

 

Regole:

1. Seguire e taggare il blog che ti ha nominato.
2. Rispondere alle sue 10 domande.
3. Nominare a tua volta 10 blogger.
4. Formulare altre 10 domande per i tuoi blogger nominati. Le domande possono essere su VITA PRIVATA, VIAGGI, CINEMA, ESTETICA, MUSICA, SERIE TV, LIBRI e CIBO.
5. Informare i tuoi blogger della nomination.

 

Rispondo alle domande di Ilaria:

 

1. Qual è il tuo colore preferito?

Ne ho tre. Viola, rosso e verde, quest’ultimo solo nelle tonalità Tiffany e Mela.

 

2. Se potessi esaudire un solo desiderio (di qualunque tipo) quale sarebbe?

Non lo so. Forse quello di poter realizzare tutti i miei sogni. O anche quello di poter vivere serenamente e felicemente la mia vita. In ogni caso, sarebbe un desiderio usato per tentare di stare meglio in futuro. Chissà perché ma, arrivata alla soglia dei 30 con pochissime prospettive per un futuro più roseo, i miei desideri sono tutti proiettati verso il tentativo di migliorare la mia situazione.

 

3. Libro o film?

Libro. Di solito è sempre migliore della sua trasposizione anche se ho trovato dei prodotti migliori delle opere a cui sono stati ispirati.

 

4. Quando sei arrabbiata come fai a calmarti?

Non mi calmo. Non sono una che si arrabbia subito, spesso ingoio il rospo, ma quando mi capita, non riesco a tornare serena entro fine giornata. Ci devo dormire su per superarla. Poi ovviamente ci sono sempre quelle cose che mi aiutano a ridurre l’arrabbiatura ma non sono totalmente efficaci.

 

5. Quando preferisci leggere?

Non ho un quando. Posso leggere al mattino, nel pomeriggio o la sera. L’importante, per me, è avere un po’ di tempo a disposizione per la lettura. Nelle attese, quando si tratta di cinque o dieci minuti, non riesco a leggere.

 

6. Pratichi (o anche segui in tv) qualche sport?

Per problemi di salute sono ferma da due anni ma prima praticavo Zumba.
Per tutti gli anni dell’infanzia e dell’adolescenza ho praticato ginnastica artistica e danza moderna e proprio per questo seguo sempre con passione i campionati di ginnastica sia artistica che ritmica.
Sono anche una grande appassionata di pattinaggio artistico su ghiaccio ma solo da vedere in tv. Quando i pattini li metto io, il rischio rottura di collo è sempre dietro l’angolo!

 

7. Di quale oggetto non potresti fare a meno?

Non saprei. Non sono legata particolarmente ad oggetto ma forse, so che è orribile, il mio smartphone è quello che mi mancherebbe di più. È un oggetto che mi permette di essere in contatto con amici e parenti che abitano a centinaia di chilometri e mi permette di fare quasi ogni cosa sia per lavoro che per piacere.

 

8. C’è qualcosa nel tuo passato che vorresti cambiare?

Il mio percorso universitario. È stato travagliato ed ha portato ad un pugno di mosche per vari motivi. Il brutto di scoprire la propria strada per caso, a 26 anni suonati. Potessi, non perderei tempo e soldi in qualcosa che non è la mia strada ed userei gli stessi per portare avanti ciò che amo e mi appaga, quindi la grafica in ambito lavorativo e libri, serie tv e film per ciò che concerne gli hobby.

 

9. Se potessi inserire una materia scolastica strana, cosa sceglieresti?

Non sarebbe una materia ma un laboratorio. Io metterei la possibilità di avere due o più ore a settimana da dedicare a varie attività in diversi campi. Un po’ come alle medie, in cui si avevano i laboratori e le ore di potenziamento o recupero ma su cose futili che poi non sono mai più state fatte nella vita.
Scrittura creativa, cucina, grafica, programmazione, teatro, musica, laboratori artistici di vario tipo (moda, scenografia, pittura, scultura)…
Non fatto come facevamo noi cucina, dove, per paura che i bambini potessero farsi male, non si poteva toccare un coltello o il forno o i fornelli.
Dovrebbero essere corsi con una base di teoria e delle esercitazioni ben strutturate.
In questo modo, assieme alle materie classiche, si potrebbe aiutare i ragazzi a capire cosa potrebbero voler fare della loro vita, visto che la prima scelta si fa già alle medie.

 

10. Qual è il sogno più strano che hai fatto?

Ne faccio mille di sogni strani di ogni sorta. Alcuni diventano perfino le basi delle mie storie.
Queste sono le mie risposte! Per alcune ho scritto parecchio e temo di non essermi nemmeno spiegata al meglio, mi dispiace!

 

Tag:

Taggo le blogger con cui ho avuto modo di lavorare più spesso e quelle che leggo con maggior piacere e che so che meritano più visibilità. Sono curiosa di leggere le loro risposte!

 

Domande a cui rispondere:

1. Cosa ne pensi di Booktube? (Ti piace? Segui qualcuno? Vorresti farne parte?)
2. Preferisci scrivere una recensione negativa ma sincera o una positiva ma modificata apposta per far piacere all’autore/alla casa editrice?
3. Libri Stand Alone o Saghe?
4. Qual è la tua più grande passione?
5. Potessi scegliere solo fra queste due possibilità, quale sceglieresti fra: poter rileggere all’infinito il proprio libro (o saga) preferito e libri nuovi di un genere che non si ama per nulla o non poter più rileggere il proprio libro preferito (o saga) ma poter leggere tutti i libri nuovi del genere che più si ama?
6. Qual è la tua vacanza/viaggio dei sogni?
7. Cartoni animati ed Anime: Quali sono i tuoi preferiti? (Min 3 scelte)
8. Cani o gatti?
9. Cibo dolce o cibo salato? (Nomina il tuo preferito in ambedue le categorie)
10. Chi è il tuo attore o la tua attrice preferita e perché?

 

Ora vado ad avvisare tutte le nominate! Potete comunque partecipare a questo tag anche se non siete nella mia lista. Se volete, potete rispondere anche voi alle domande che ho proposto lasciando un commentino qui sotto!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.