Crea sito

La saga dei Pirati – La nave degli schiavi

Corpo di mille balene!
È il momento di vivere una nuova avventura con La saga dei Pirati di James L. Nelson! Ne La nave degli schiavi, il secondo volume di questa trilogia, continuiamo a seguire Thomas Marlowe.

Ringrazio Mondadori per avermi permesso di ricevere l’ebook in anteprima per leggerlo e poter scrivere questa recensione.

Prima di cominciare, vi ricordo che ho già pubblicato la recensione del primo capitolo della trilogia e, come sempre, vi lascio sempre la scheda del libro con il link di acquisto!

La nave degli schiavi. La saga dei Pirati - Copertina

La saga dei Pirati

James L. Nelson

In uscita il: 04/08/2020

€ 22,00

Virginia, 1701. È questo il luogo ideale per il ricco Thomas Marlowe, desideroso di lasciarsi il passato alle spalle e insediarsi nella buona società locale, composta soprattutto di latifondisti e coltivatori di tabacco. A tal fine acquista, pagando in contanti con cinquemila sterline d’oro e d’argento, la piantagione della vedova Tinling.

Ma la vita di terra non fa per lui e il suo non può essere un tranquillo buen retiro: con l’aiuto di un manipolo di fedeli compagni rimette in sesto la Plymouth Prize, un decrepito vascello, e con essa inizia una vittoriosa guerra contro i pirati. Ma se Marlowe riesce a sconfiggere con facilità i Fratelli della costa è perché li conosce bene. Bene come solo uno di loro potrebbe. Anch’egli, infatti, un tempo era un bucaniere, ma ora ha deciso di dimenticare quel passato. Solo che, a volte, è il passato che non vuole farsi dimenticare.

Incapace di resistere al richiamo del mare e dell’avventura, Marlowe si troverà così nuovamente a solcare gli oceani, ancora una volta trascinato nella lotta per proteggere, con audacia e astuzia, quanto di più prezioso possiede, nella resa dei conti con amici e nemici della vita di un tempo impossibile da ignorare.

COMPRALO SU:   

Jules Verne - Separatore
DISCLAIMER: Il libro e tutto il materiale mi è stato fornito col consenso della casa editrice per fini pubblicitari o recensionistici.

Ho già anticipato nella precedente recensione che, fin dall’infanzia, sono sempre stata una grande fan dei pirati. Dopo aver apprezzato il primo, non vedevo l’ora di leggere questo secondo capitolo.

Ritroviamo Thomas Marlowe ed Elizabeth, ora sposati e innamorati. La tranquilla vita a Williamsburg rischia di essere compromessa dall’arrivo di un nuovo gentiluomo, Frederick Dunmore. Dunmore è un uomo del suo tempo, che non accetta che Marlowe abbia liberato i suoi schiavi. Fin dalla sua prima apparizione, si oppone ai Marlowe per questo motivo.

Nel frattempo King James, al comando della Northumberland, attacca una nave negriera e salva i prigionieri da un destino di schiavitù. Diventa però un fuorilegge e Marlowe sarà costretto dagli eventi a dargli la caccia.

In La nave degli schiavi seguiamo tre storyline: Thomas Marlowe, Elizabeth e King James. Marlowe è accompagnato dal sempre fedele Francis Bickerstaff mentre Elizabeth e King James ci introducono dei nuovi personaggi.

Ammetto che questo romanzo non mi ha convinto completamente. Ho trovato noiose alcune parti e irresistibili altre. Tendenzialmente tutta la storyline di King James mi è risultata davvero pesante da portare avanti mentre ho molto amato quella di Elizabeth. Vederla in azione, da donna intraprendente, e conoscere Billy Bird è stata sicuramente la cosa migliore di questo romanzo.

Personaggi

I personaggi principali di La nave degli schiavi sono:

Thomas Marlowe, il protagonista. Marlowe continua a essere un personaggio affascinante e bello nella sua morale grigia. Continuo ad apprezzare il suo rapporto con Francis Bickerstaff. Quest’ultimo continua a essere la coscienza e la morale di Marlowe e lo stesso protagonista lo dirà alla fine del romanzo.

Elizabeth Marlowe è la sorpresa di questo secondo volume. Nel primo romanzo non mi aveva convinto del tutto ma qui l’ho apprezzata moltissimo. È stata la mia preferita assieme al suo compagno di viaggio. Bella la sua avventura a Boston per salvare la sua tenuta e i suoi neri dal destino che Dunmore vuole riservare loro.

King James è invece la delusione di questo romanzo. La sua storyline non mi ha conquistata e, alla fine non riuscivo nemmeno più a provare interesse per questo personaggio. Peccato davvero ma in alcuni momenti mi sembrava pure avesse perso il fascino che aveva nel primo romanzo.

Fra i personaggi secondari troviamo:

Frederick Dunmore è un gentiluomo che si stabilisce nella colonia dopo aver comprato una piantagione. È molto conservatore e non concepisce che i Marlowe possano avere dei neri liberati. Decide quindi di andare alla proprietà dei Marlowe per cacciare e catturare i neri che vivono lì.

Billy Bird è un vecchio amico di Elizabeth. Arriva in Virginia proprio nel periodo in cui Dunmore minaccia la tranquillità della colonia e si offre di aiutare Elizabeth a risolvere la scomoda situazione. Porterà Elizabeth a Boston per scoprire qualcosa sul passato di Dunmore e trovare qualcosa da usare per renderlo inoffensivo. È affascinante, divertente, ironico e da solo riesce a rendere decisamente più piacevole questo romanzo.

Madshaka è il nuovo personaggio inserito nella storyline di King James. È uno degli uomini salvati dalla nave negriera. Fin dall’inizio si dimostra un uomo subdolo, che vuole usare King James per i suoi scopi. Ha dei capitoli dal suo punto di vista, in cui scopriamo le sue macchinazioni.

Stile di Scrittura

James L. Nelson perde un po’ della sua verve e ci porta un secondo volume che arranca o, se vogliamo usare un termine che richiama il tema del romanzo, imbarca pericolosamente acqua.

La nave degli schiavi è comunque un romanzo di transizione. È accettabile che sia meno appassionante. Spero che il terzo riesca a farmi appassionare nuovamente a questa trilogia.

Risulta comunque essere una storia sufficiente e rimane la curiosità di chiudere questo ciclo.

Fiacco e sotto tono ma con degli elementi positivi, soprattutto nella storyline di Elizabeth.

VOTO: 3/5

Jules Verne - Separatore

Oggi, su tutti i blog partecipanti, troverete la recensione de La nave degli schiavi.

La nave degli schiavi. La saga dei Pirati - Calendario
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.