Crea sito

Il mare senza stelle

Ben ritrovati, Collezionisti!
Oggi tocca a me parlare del libro più chiacchierato del momento! Il mare senza stelle di Erin Morgenstern, edito da Fazi Editore per la collana Layn YA, è ovunque! Se ne parla su Facebook, Instagram, YouTube e ovviamente sui blog!

Questa febbre per Il mare senza stelle è nata prima del suo arrivo in Italia. Già con l’uscita internazionale, l’anno scorso, molti lettori hanno iniziato a contribuire all’hype che si è creato qui da noi per questo titolo. È stato uno dei libri più chiacchierati del 2019 e sarà sicuramente il più popolare del 2020 entro i nostri confini.

Potete quindi capire quanto ci tenessi a poter leggere questo romanzo in anteprima e ringrazio le organizzatrici per avermi dato la possibilità di far parte di questo evento.

Il mare senza stelle - Copertina

Il mare senza stelle

Erin Morgenstern

€ 18,50

Uscito il: 16/07/2020

Zachary Ezra Rawlins è uno studente del Vermont che un giorno trova un libro misterioso nascosto fra gli scaffali della biblioteca universitaria. Mentre lo sfoglia, affascinato da racconti di prigionieri disperati, collezionisti di chiavi e adepti senza nome, legge qualcosa di strano: fra quelle pagine è custodito un episodio della sua infanzia. È soltanto il primo di una lunga catena di enigmi. Una serie di indizi disseminati lungo il suo cammino – un’ape, una chiave, una spada – lo conduce a una festa in maschera a New York, poi in un club segreto e infine in un’antica libreria sotterranea.

Là sotto trova ben più di un nascondiglio per i libri: ci sono città disperse e mari sterminati, amanti che fanno scivolare messaggi sotto le porte e attraverso il tempo, storie bisbigliate da ombre. C’è chi ha sacrificato tutto per proteggere questo regno ormai dimenticato, trattenendo sguardi e parole per preservare questo prezioso archivio, e chi invece mira alla sua distruzione. Insieme a Mirabel, un’impetuosa pittrice dai capelli rosa, e Dorian, un ragazzo attraente e raffinato, Zachary compie un viaggio in questo mondo magico, attraverso miti, favole e leggende, alla ricerca della verità sul misterioso libro. Ma scoprirà molto di più.

COMPRALO SU:  

Separatore

DISCLAIMER: Il libro e tutto il materiale mi è stato fornito col consenso della casa editrice per fini recensionistici.

È così difficile recensire Il mare senza stelle che ho scritto queste prime righe decine di volte. Erin Morgenstern ha creato una storia a cui non siamo abituati. Non ci troviamo davanti al classico intreccio che parte dall’inizio e arriva a una fine in modo lineare.

Il mare senza stelle è un puzzle che mette alla prova il lettore. Bisogna leggere tutto con grande attenzione per riuscire a risolvere l’enigma che si nasconde fra le pagine, per riuscire a collegare tutti i pezzi in modo che si incastrino perfettamente.

Può essere una lettura in grado di intimorire ma se gli si dà una possibilità, può diventare qualcosa che perdurerà a lungo nella mente e nel cuore.

[…] questa è la natura di una storia. Non tutte le storie parlano a tutti gli ascoltatori, ma ogni ascoltatore può trovare, da qualche parte, in un momento qualsiasi, una storia che gli parli. In una forma o nell’altra.

Proprio questa citazione mi ha colpito particolarmente perché Il mare senza stelle è stato in grado di parlarmi in modo così schietto e profondo da diventare senza alcun dubbio il mio nuovo libro del cuore.

Cerchiamo però di fare ordine e di dare una forma a questo flusso di coscienza che sta diventando questa recensione!

È importante sapere che questo romanzo è in realtà un metaromanzo. Molti capitoli sono le pagine dei libri che ci vengono presentati all’interno della narrazione principale, quella che segue l’avventura di Zachary Ezra Rawlins. I libri nel libro, come indizi per permetterci di capire e collegare le parti importanti. Tutto ciò che ci viene raccontato, anche se sembra scollegato, è in realtà funzionale alla trama principale.

Come detto, la storia principale è quella che segue Zachary Ezra Rawlins, uno studente universitario grande appassionato di lettura. Passa molte giornate a spulciare libri nella biblioteca della sua università e un giorno trova sullo scaffale un libro misterioso. Dopo un attento esame delle sue pagine riesce solamente a scoprire che si intitola Dolci rimpianti.

In questo misterioso libro, compare un episodio della sua infanzia quando, ancora bambino, non aveva avuto il coraggio di aprire una porta magica dipinta su un muro. Questa scoperta diventerà una vera e propria ossessione per Zachary, che inizierà a indagare per trovare informazioni sul Mare senza stelle. Sarà proprio a una festa à New York che i suoi sforzi si concretizzeranno, portandolo a conoscere Dorian e Mirabel…

Non voglio aggiungere altro sulla trama, vi rovinerebbe l’avventura. Perché questa non è solo l’avventura di Zachary ma è la nostra.

Ho letto e ascoltato diverse recensioni in cui a Erin Morgenstern si muoveva la critica di aver scritto dei personaggi poco profondi e caratterizzati ma sono convinta che fosse tutto voluto. La Morgenstern ha creato Zachary a quel modo perché lui possa essere la personificazione del lettore all’interno della storia. Chi, leggendo, non si è trovato a pensare di assomigliargli molto? La passione per i libri, il desiderio di farne parte, di scoprire un mondo nuovo e di vivere così la propria personale avventura.

Durante la lettura ci si sente, assieme a Zachary, come Lucy Pevensie quando scopre Narnia, il mondo dentro all’armadio guardaroba. Questa sensazione di fiaba, di sorpresa e di scoperta si sente e si vive in buona parte dei capitoli che compongono Il mare senza stelle.

Per quanto riguarda le storie che ci vengono raccontate all’interno del romanzo, la mia preferita è sicuramente La ballata di Simon ed Eleanor. C’è qualcosa al suo interno che me l’ha lasciata più impressa delle altre. Non che gli altri racconti siano meno incisivi. Molto interessanti e particolari sono anche i racconti contenuti nella seconda parte del libro, contenuti all’interno di Destini e Favole.

Lo stile di scrittura della Morgenstern poi, così onirico e particolare, accentua ulteriormente questa sensazione. Non avevo mai letto nulla di suo (solo appena iniziato Il circo della notte) ma questa sua capacità di raccontare in modo così diverso dagli altri mi ha fatto venire voglia di recuperare presto il suo primo romanzo.

Ho molto apprezzato anche il suo voler strizzare l’occhio a tutti i lettori forti, che amano ogni tipo di narrazione, anche quella portata in scena dai videogame. Ci sono infatti molte citazioni sparse per il romanzo sia di altri libri molto conosciuti che di videogame cult. Non per nulla, lo stesso Zachary, studia nel campo dei nuovi media.

In conclusione, Il mare senza stelle non è un libro per tutti, non è un romanzo d’intrattenimento che si può leggere con poca attenzione. È un romanzo che necessita tutta la nostra attenzione ma che in cambio riesce a trasmettere molto più di quanto qualsiasi altro fantasy moderno riesca a fare. Un romanzo profondo, con tanti messaggi, che colpisce e conquista.

Se non vi spaventano le sfide, dategli una possibilità. Non ve ne pentirete.

Un libro capace di trovarti nel momento giusto della tua vita e di parlarti come pochi riescono a fare.

VOTO: 5/5

Separatore

Prima di salutarci, vi lascio il calendario dell’evento! Ci sono approfondimenti e recensioni molto interessanti che potranno aiutarvi a conoscere meglio questo romanzo!

Il mare senza stelle - Calendario
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.