Crea sito

Falce di Neal Shusterman

Buongiorno, Collezionisti!
Questo periodo è carichissimo di eventi e oggi tocca a Falce di Neal Shusterman. Dopo la scheda del libro, vi dico come sempre cosa ne penso!

Falce - Copertina

Falce

Neal Shusterman

In uscita il: 19/05/2020

€ 20,00

Un mondo senza fame, senza guerre, senza povertà, senza malattie. Un mondo senza morte. Un mondo in cui l’umanità è riuscita a sconfiggere i suoi incubi peggiori.

A occuparsi di tutte le necessità della razza umana è il Thunderhead, un’immensa, onnisciente e onnipotente intelligenza artificiale. Il Thunderhead non sbaglia mai, e soprattutto non ha sentimenti, né rimorsi, né rimpianti.

Quello in cui vivono i due adolescenti Citra Terranova e Rowan Damisch è davvero un mondo perfetto. O così appare.

Se nessuno muore più, infatti, tenere la pressione demografica sotto controllo diventa un vincolo ineluttabile. Anche l’efficienza del Thunderhead ha dei limiti e non può provvedere alle esigenze di una popolazione in continua crescita. Per questo ogni anno un certo numero di persone deve essere “spigolato”. In termini meno poetici: ucciso.

Il delicato quanto cruciale incarico è affidato alle cosiddette falci, le uniche a poter decidere quali vite devono finire. Quando la Compagnia delle falci decide di reclutare nuovi membri, il Venerando Maestro Faraday sceglie come apprendisti proprio Citra e Rowan. Schietti, coraggiosi, onesti, i due ragazzi non ne vogliono sapere di diventare degli assassini. E questo fa di loro delle falci potenzialmente perfette.

COMPRALO SU:  

Separatore

DISCLAIMER: Il libro e tutto il materiale mi è stato fornito col consenso della casa editrice per fini recensionistici.

Ringrazio Mondadori per avermi permesso di leggere questo libro in anteprima. Falce di Neal Shusterman è uno di quei titoli che aspettavo con grande trepidazione. Ne ho sentito parlare solo bene quindi dovevo assolutamente leggerlo!

Ammetto di essere stata conquistata fin dalla sinossi. Quando l’ho sentita raccontare in un video di BookTube, ormai mesi fa, ho deciso che dovevo assolutamente leggere questo romanzo.

L’idea è quella di un mondo apparentemente utopico, che nasconde in sé elementi distopici. Ovviamente questo è ciò che rende tutto molto interessante. La società che troviamo è quella guidata da una intelligenza artificiale che possiede una coscienza e grazie a essa riesce a “governare” tutto nel migliore dei modi.

La mortalità non è più un problema per il genere umano e nemmeno la criminalità. Il Thunderhead provvede a tutti gli abitanti del pianeta, lavoro, salute, giustizia e ogni altro bisogno viene preso in carico da questa A.I.

L’era post mortale, così si chiama il periodo storico in cui è ambientata la nostra storia, vede però gli uomini annoiati. Essendo immortali, hanno perso la passione e tutte le altre emozioni che contraddistinguono l’animo umano mortale. A inibire questi sentimenti, ci sono anche i naniti, nanocellule che si occupano di sedare, alterare il proprio organismo e le proprie percezioni e curare ogni tipo di ferita o malattia.

In questo mondo di vite ipoteticamente infinite, è nata la compagnia delle Falci, una società che non può essere controllata dal Thunderhead e che si occupa di tenere sotto controllo il numero di abitanti della terra. Il loro compito è quello di prendere il posto della morte naturale e spigolare (termine usato per chiamare le esecuzioni compiute dalle Falci) il numero di soggetti necessario a mantenere l’equilibrio.

Ciò che rende sicuramente interessante questo romanzo è tutta la filosofia che possiamo trovare dietro alla società delle Falci. Vengono descritte come giuste, come imparziali, severamente controllate affinché non facciano favoritismi o discriminazioni ma può essere davvero così?

Lo scopriamo assieme a Citra e Rowan, i nostri protagonisti, due adolescenti che vengono scelti per essere degli apprendisti nell’arte della spigolatura. Durante la storia, ci sarà permesso di conoscere altre Falci, estremamente diverse fra loro, che ci porteranno a riflettere continuamente sulla loro società e la loro percezione di sé stessi.

Personaggi

I due protagonisti sono, secondo me, il punto più debole del romanzo. Trovo che siano poco approfonditi. Nonostante la storia sia narrata in modo da darci una descrizione dei loro sentimenti e delle loro percezioni, risultano molto piatti e si fatica a conoscerli veramente.

Citra è sicuramente il personaggio meno incisivo. Durante la narrazione non ha un’evoluzione. Rimane esattamente ciò che è all’inizio. Inoltre è uno di quei personaggi che viene tratteggiato con poche caratteristiche che permettano di “ingabbiarla” in una categoria e non ci sono cambiamenti significativi nel suo essere.

Rowan è invece più interessante nonostante sia tratteggiato a sua volta con poche caratteristiche. Il Rowan di inizio romanzo non è assolutamente lo stesso della fine e questo è un grande punto a suo vantaggio. Durante la lettura, vediamo questo suo evolversi, cambiare, cosa che appunto non abbiamo con Citra.

Le Falci sono invece personaggi secondari, affascinanti nella loro figura ma delineati anche loro da fin troppo pochi elementi per conoscerli davvero. Con qualche altro particolare in più avrei apprezzato maggiormente i singoli personaggi.

Apprezzo comunque il lavoro di Shusterman nel cercare di rendere uniche tutte le Falci che incontriamo nel libro. Ogni Falce ha la sua ideologia e il suo marchio di fabbrica nelle spigolature.

Stile di scrittura

Per concludere parliamo dello stile di scrittura. Se i personaggi sono il punto debole della narrazione, lo stile di scrittura è invece ciò che fa apprezzare maggiormente questo romanzo. Shusterman alterna la narrazione a pagine di diari che ci permettono almeno in parte di entrare nella ideologia che sta alla base della società delle Falci. I diari ci raccontano i comandamenti di questa società e al tempo stesso anche le varie interpretazioni di essi da parte di chi ne fa parte.

Perché il pensiero alla base di tutto, quello che viene insegnato agli apprendisti, è quello ma ovviamente viene filtrato a seconda delle esperienze e dei caratteri di ogni persona.

In generale lo trovo un ottimo primo volume per una trilogia. Spero solamente di trovare una maggiore caratterizzazione dei personaggi e una maggiore evoluzione man mano che si proseguirà con la storia.

Un’idea geniale che ha però bisogno di personaggi più incisivi.

VOTO: 4,5/5

Separatore

Come sempre, prima di salutarci, vi lascio il calendario dell’evento in cui trovare i miei colleghi di avventura. Vi invito ad andare a recuperare le recensioni dei miei colleghi! Sono sempre estremamente interessanti.

Falce - Calendario
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.