Crea sito

Black Mirror – Season 4

Black Mirror è una di quelle serie tv che si aspetta sempre con grande trepidazione, facendo il conto alla rovescia. Una di quelle serie che bisogna vedere tutta d’un fiato, immergendosi in ogni episodio con un’attenzione totale. La si vede anche per scorgere i piccoli rimandi ai precedenti episodi, presenti almeno una volta o due ogni stagione, ricordando ciò che già ci è stato raccontato.

Black Mirror - Season 4Così mi sono approcciata a questo nuovo capitolo di una serie che è riuscita a farmi appassionare e a farmi diventare una devota fan delle sue storie, delle sue morali e del suo cinismo che da sempre l’ha contraddistinta da tutte le altre viste prima. Ovviamente aspettative ed hype alle stelle fanno da contorno ad un lato più razionale, pronto ad analizzare le trame di ogni singolo episodio, pronto a riflettere sulla morale ed il messaggio che traspare in ogni nuova trama.

Proprio per questo motivo sono stata delusissima quando queste aspettative non sono state accontentate. Mi aspettavo una stagione meno forte delle prime due ma almeno in linea con la terza. Purtroppo non è stato così. Ho amato ogni episodio delle prime tre stagioni, con ovvie preferenze per alcune, ma la quarta è stata una delusione. Ho apprezzato qualche risvolto, qualche colpo di scena, ma a totalità di episodi, potrei dire di averne apprezzati solo tre mentre l’altra metà, per me, poteva tranquillamente essere cestinata dalla produzione.

Il cinismo, accennato prima come fondamentale nelle prime stagioni, qui viene meno in diversi episodi. Il lieto fine, mai visto prima di San Junipero, l’ho riscontrato in diverse forme in quasi tutti. In Black Mirror - Season 4precedenza, quel che faceva riflettere, era trovare personaggi con cui empatizzare anche in minima parte e che, alla fine del loro arco narrativo, avevano una fine sconvolgente, per nulla banale e negativa. Si parla pur sempre di una realtà distopica ed è giusto che sia così.

In parte è rimasto ma è tutto molto meno forte, meno potente. Il messaggio prima arrivava forte e chiaro, ti colpiva come un pugno nello stomaco. Ora invece gli episodi lasciano un senso di disagio, personalmente più per certe scene sanguinolente che per la vera tensione delle prime stagioni della serie, ma che sparisce poco dopo la fine dell’episodio. Nessuno di questo arco da sei mi ha lasciata sconvolta, atterrita, con la mente fissa sul messaggio che voleva essere espresso. C’è stata rabbia, c’è stata frustrazione e dispiacere ma lo spavento, la tensione e l’ansia per un futuro distopico non così lontano dalla nostra realtà, proprio non li ho avvertiti.

Gli episodi che mi sono piaciuti, in ordine di preferenza sono:

  • Black Mirror - Season 4USS Callister (4×01)
  • Hang the DJ (4×04)
  • Arkangel (4×02)

In questi sono riuscita a ritrovare almeno in parte il Black Mirror che ho amato anche se la risoluzione degli episodi mi ha comunque lasciato un senso di insoddisfazione, di mancanza. C’è un pezzo mancante che avrebbe fatto andare tutto al posto giusto, che avrebbe fatto ritrovare le atmosfere che tanto ho amato nelle precedenti stagioni.

Arkangel, ad esempio, mi stava piacendo molto. Si respirava proprio l’atmosfera delle prime stagioni. Il messaggio era anche forte ed ha provocato molte emozioni durante la visione ma il finale ha rovinato tutto. Per quanto amaro, ho visto un lieto fine, una risoluzione positiva della storia ed è stata anche la scelta più banale. Poteva essere uno dei migliori della stagione ma è sceso tantissimo nella mia classifica proprio per colpa degli ultimi minuti. Peccato. È stata forse l’occasione davvero sprecata di questa stagione.

Black Mirror - Season 4Gli episodi che invece non ho amato sono, sempre in ordine fino ad arrivare al peggiore:

  • Black Museum (4×06)
  • Crocodile (4×03)
  • Metalhead (4×05)

Black Museum mi ha lasciato per lo più indifferente, con giusto qualche moto di nostalgia per richiami ad episodi passati e disgusto in altri momenti. Tutta la tensione che potrebbe esserci nello scoprire le tre storie raccontate in questo episodio, svanisce per via della voce narrante. Questa smorza terribilmente quel senso di minaccia e di ansia che normalmente si viene a creare con la narrazione per immagini solita della serie. In generale è un episodio anche piacevole ma non manca di pecche.

Crocodile mi ha disgustata oltre ogni dire. Gratuitamente violento e più vicino ad un crime che al distopico, thriller e fantascientifico. Ad un certo punto ero talmente confusa da quel che stavo Black Mirror - Season 4vedendo che ero quasi sicura di aver messo un’altra serie per sbaglio. Sono stati 59 minuti di pura tortura in cui non vedevo l’ora di passare all’episodio successivo.

Metalhead è forse quello che mi ha lasciata più confusa fra tutti. Non hanno dato la possibilità di capire. Era uno spezzone di una storia, senza capo ne coda, senza un plot twist, senza realmente un plot. Il tutto è stato messo lì con una bella fotografia, con una bella regia ma era più Resident Evil con robot al posto degli zombie. Una serie di scene d’azione con momenti anche qui violenti e sanguinolenti o disgustosi e poco altro.

Questo è un altro punto che mi ha deluso tanto in questa stagione di Black Mirror. Prima non c’era bisogno del sangue per far saltare lo spettatore sulla sedia. Sì! C’erano episodi più violenti, ricordo White Bear (2×02), ma la violenza era utile alla trama. Serviva per comprendere appieno ciò che ci veniva mostrato. Alcune scene di questi tre episodi, invece, sembravano essere messe lì solo per aumentare la truculenza, per far disgustare lo spettatore e fargli provare emozioni forti. Prima si riusciva ad ottenere lo stesso risultato senza usare simili espedienti.

Black Mirror - Season 4Sono tutti questi particolari che fanno notare il calo drastico che ha avuto questa serie. Non parliamo comunque di un prodotto fatto male, trash o di qualità infima. Rimane comunque un buonissimo prodotto, ma si sente l’affaticamento nel trovare nuova linfa vitale, nuovi spunti.

Black Museum è stato strutturato come un’autocelebrazione, un insieme di rimandi ad ogni altro episodio di questa serie, con Easter Eggs sparsi per tutti i 69 minuti, e proprio per questo motivo un perfetto finale di serie. Se questa deve continuare calando sempre di più in qualità, meglio lasciare che finisca con questo episodio, perfetto come conclusione già a partire dal titolo.

 

VOTO: 3/5

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.